giovedì 13 giugno 2013

COME UTILIZZARE E CONSERVARE LA FRUTTA "IMPERFETTA" - LE CILIEGIE -




Vito 
Antò

Questo post è il primo di una serie dedicata all'utilizzo della frutta e di altri alimenti che, con superficialità o fretta vengono troppo spesso scartati o buttati semplicemente perché non più esteticamente perfetti.






L'idea mi è venuta l'altro giorno quando un fruttivendolo del paese, che doveva suo malgrado buttare molte ciliegie ormai rovinate
 e non più vendibili, vedendomi in negozio e sapendo che io faccio marmellate me ne ha regalate ben cinque casse.
Questo episodio si è verificato spesso soprattutto con la frutta più delicata, come le fragole, le albicocche e i frutti di bosco, ma anche mele, pere e addirittura ananas.
C'è da dire che con questa famiglia di fruttivendoli abbiamo un rapporto di amicizia e quindi poi io offrirò loro le mie marmellate per ringraziarli dando vita ad una specie di baratto amichevole. Certo è una situazione favorita dalla piccola realtà dove vivo, ma capita di vedere anche in qualche ipermercato della frutta "ammaccata" svenduta, casse di rimanenze in offerta speciale e comunque in generale la possibilità di avere prezzi favorevoli acquistando grosse quantità sia nella grande distribuzione che nei mercati rionali.

Nel caso delle ciliegie "imperfette"che mi sono capitate l'altro giorno, ho pensato subito alla marmellata ma poi bo anche fatto altro. Il peso totale era circa 10 kg, dopo una "ripulita" tolti i noccioli, le parti rovinate e qualche frutto marcio, ho ottenuto circa 6 kg di frutta utilizzabile. Con 3kg ho fatto la mia solita marmellata e poi visto che non avevo molto tempo ho pensato di congelare una parte della restante circa 2kg,  altri 600g le ho messe in un paio di vasetti per farne del "topping" ed il restante l'ho condita con un pò di frutta fresca che avevo a disposizione per una bella macedonia.

Per quanto riguarda la marmellata ho una ricetta collaudata (con cui ho fatto un video),  con 3kg si ottengono circa 8 vasetti.










Mettere la frutta in congelatore per conservarla è un metodo semplicissimo e consente di mantenerla perfettamente integra senza grande fatica, l'unica accortezza è quella di insacchettarla e disporla in un vassoio o un piano per non farla sovrapporre troppo, in modo che quando rilasciando un pò di acqua si congelerà non diventi un blocco unico, questo ci consentirà anche di prenderla facilmente quando serve.
Per un bel frullato con frutta  basta prendere un pugno di ciliegie e frullarle con il latte ed il gioco è fatto, quando servono per fare un dolce un gelato, insomma usarle come si usano i frutti di bosco che ormai siamo abituati a vedere quasi
sempre surgelati.

I metodi per conservare la frutta sono poi innumerevoli, possiamo farla sotto spirito, sciroppata, essiccata, candita, usata nelle ricette di dolci, infusi liquori e molti altri, basta solo organizzarsi e informarsi.
Nei prossimi post o video ne vedremo altri in dettaglio.
Riguardo questo argomento, le innumerevoli informazioni e idee che si trovano in rete ci aiutano, ci
aiuta anche mantenere un rapporto equilibrato e rispettoso con i consumi dei prodotti stagionali, ma soprattutto dobbiamo aiutarci da soli usando nel migliore dei modi quello che è il vero indicatore della qualità della vita ... IL TEMPO.