sabato 3 ottobre 2015

Marmellata di Uva & Mele fatta in casa

Oggi è il 1° Ottobre e come la tradizione insegna, è cosa gradita accogliere il nuovo arrivato con un piccolo regalo, così, colgo l’occasione per dare il benvenuto al mese autunnale per eccellenza proponendovi una ricetta semplice e veloce che vede come protagonista un frutto tipico di questa stagione: l’uva. 
Quella che andremo a preparare è una marmellata di uva e mele.



La semplicità di questa ricetta sta soprattutto nell’esiguo numero degli ingredienti, 
infatti occorrono solo uva, mele e zucchero nelle giuste dosi: 

- 3 parti di mela già pulita, 
- 1 parte di uva già pigiata  
- 150g di zucchero per kg di frutta 

In questo caso useremo 1,5kg di mele, 500g d’uva e 300g di zucchero.
La dose di zucchero è molto bassa rispetto ad altre marmellate perché la presenza dell'uva, che per natura è molto zuccherina, basta ad equilibrare il gusto e aiutare la conservazione.

Dunque, non aspettiamo un secondo di più e mettiamoci all’opera!

All’interno di un passaverdure 
iniziamo a pigiare l’uva 
aggiungendo chicchi di volta in volta fino ad ottenere la giusta quantità di succo. 





Successivamente passiamo alle mele, 
quindi le sbucciamo 
e le tagliamo a piccoli pezzi. 

 






questo punto abbiamo tutti gli ingredienti pronti per essere assemblati.

In una pentola abbastanza capiente versiamo i pezzettini di mela, il succo d’uva ricavato dalla pigiatura e lo zucchero; 

amalgamiamo il composto in modo omogeneo, quindi accendiamo il fuoco e facciamo bollire per circa 45 minuti, mescolando di tanto in tanto. 









Una volta terminata la cottura, resistiamo alla tentazione 
di assaggiare tanta bontà (altrimenti ci bruceremo la lingua!) ed ancora bollente, versiamo la marmellata negli appositi vasetti, capovolgiamoli e lasciamoli così finché non si saranno raffreddati. 

Ora non ci resta che farli bollire a bagnomaria per circa 20 minuti ed infine lasciarli raffreddare nuovamente: 
ET VOILÀ, LA MARMELLATA DI UVA E MELE È PRONTA!

Ricordiamoci che quest’ultimo 
è un passaggio molto importante 
in grado di garantirci la massima sterilizzazione ed una conservazione di circa 2 anni, anche se, diciamocelo, 
la marmellata non durerà nemmeno 2 mesi nella nostra dispensa, soprattutto se in casa ci sono bambini o adulti golosoni!
 Se invece abbiamo a cuore la nostra linea potremmo incollare sui vasetti una bella etichetta che identifichi il tipo di marmellata, gli ingredienti usati e la data di realizzazione e regalarne alcuni ad amici e parenti per far sempre bella figura in ogni occasione e…mi raccomando, precisate sempre che è consigliabile tenere la marmellata in un luogo asciutto ed al riparo dai raggi solari in modo da assicurarne una buona conservazione.

Ed ora: pane, biscotti, crostata, crepes, fette biscottate o formaggio? Avrete l’imbarazzo della scelta per come accompagnarla. Gnam!